Ottenere prestiti o finanziamenti appare attualmente estremamente complicato, complici la crisi di liquidità ed un mercato sostanzialmente bloccato per via dell'eccesivo Credit Crunch applicato da banche ed istituti di credito; a soffrire in particolar modo lavoratori neo-assunti, temporanei o precari con contratti di lavoro atipici, che non potendo fare affidamento su un flusso reddituale certo e continuo incontrano pesanti difficoltà nell'accesso al credito.

Tra le poche soluzioni a disposizione di questo particolare target di utenti merita attenzione la proposta di Financial Consulting, che offre prestiti personali anche a lavoratori assunti con contratti co.co.co, co.co.pro. e a progetto.

L'offerta - che prevede tassi promozionali fino alla fine dell'anno - prevede un importo massimo erogabile che ammonta a 20.000 euro rimborsabili fino a 120 mesi, con rata e tasso fissi per l'intera durata del finanziamento. A completare il quadro zero spese di istruttoria pratica e zero penali in caso di estinzione del prestito anticipata, con la possibilità per il richiedente di stipulare in contemporanea una polizza assicurativa che garantisca tutela in caso di avvenuto licenziamento. Per un prestito Liquidità il TAEG è fisso all'8,8%, mentre per un prestito personale ammonta al 5,9%.

Per avere concretamente idea dei termini dell'offerta è sufficiente pensare che a fronte di un finanziamento accordato di 20.000 euro, l'utente sarebbe chiamato a pagare rate da 400, 330 e 240,5 euro l'una a seconda del piano di rimborso prescelto (60, 84 o 120 mesi).

Per ottenere il prestito è sufficiente presentare un documento di riconoscimento valido, il codice fiscale, l'ultima busta paga ed il contratto o la lettera di assunzione.