Numerosi istituti finanziari ormai da qualche tempo hanno adeguato il proprio parco offerte incrementando il numero di soluzioni destinate ai privati che vogliano investire nelle energie rinnovabili; tra queste si segnalano in particolare le offerte destinate a finanziare l'installazione di impianti fotovoltaici, con cifre sempre più consistenti messe a disposizione degli utenti.

A spiccare in particolare per la consistenza della cifra offerta la proposta della Banca Popolare di Milano, che offre un prestito da 150.000 euro da rendere al massimo in 15 anni, con rate mensili, trimestrali o semestrali a tasso fisso o variabile (la scelta spetta al cliente); interessanti anche le offerte di Intesa Sanpaolo e BNL Gruppo BNP Paribas, che concedono fino a 100.000 euro destinati a finanziare impianti fotovoltaici, ma anche pannelli solari o termici, automezzi ecologici e a trazione elettrica, caldaie di ultimissima generazione, finestre e infissi.

Più ridotte le cifre messe a disposizione dell'utenza da parte di altri istituti di credito; Ubi Banca offre un massimo di 70.000 euro (esclusivo per l'implementazione di impianti fotovoltaici) con restituzione su base quindicinale assoggettata a un tasso fisso del 6,75%, mentre Cariparma, UniCredit e MPS non vanno oltre i 50.000 euro ciascuno. Cariparma, che offre un piano di restituzione in 180 mensilità, richiede una commissione extra pari all'1% dell'erogato per coprire le spese di istruttoria, UniCredit fissa in 10 anni la soglia temporale massima di restituzione del prestito lasciando al cliente la possibilità di decidere tra tasso fisso o variabile, mentre MPS offre tra i 10 e i 50.000 euro con la resa spalmabile su base quindicinale.

A chiudere il cerchio le offerte di Banca Sella e Banca Popolare di Vicenza, che non vanno oltre i 30.000 euro e propongono piani di restituzione del finanziamento in 15 anni con tassi fissi del 5-6%.