A Siena le tasse universitarie per l'iscrizione all'anno accademico 2013/2014 spaventano meno che in altri Atenei. L'Università degli Studi di Siena, infatti, ha sottoscritto con Microcredito di Solidarietà, società del gruppo MPS, un accordo per la concessione di prestiti agevolati agli studenti.

I prestiti in oggetto hanno lo scopo di rendere più sostenibile il pagamento delle tasse universitarie per l'iscrizione all'anno accademico 2013/2014. L'intento primario di questa iniziativa è appoggiare gli studenti poco abbienti che intraprendono la carriera universitaria a Siena.

L'importo massimo di ogni singolo prestito concesso non può superare i 3mila euro e deve essere riferibile al pagamento delle tasse universitarie per una sola annualità. Le procedure di iscrizione, a tal proposito, verranno semplificate in questo modo: l'importo del prestito erogato corrisponderà all'importo dei bollettini per il pagamento delle tasse. I richiedenti dovranno presentare i bollettini a Microcredito che provvederà al pagamento.

La restituzione del prestito concesso può avvenire in 12 rate mensili, ma attenzione: c'è un tasso di interesse fisso, seppure basso. Gli studenti, infatti, dovranno restituire la somma richiesta con una maggiorazione del 2%. Le rate sono esenti da spese di istruttoria e sono comprensive di capitali ed interessi.

l rettore dell'Università di Siena, Angelo Riccaboni, si è dimostrato entusiasta e ha ricordato che l'iniziativa dei prestiti agli studenti si inserisce in una serie di novità che l'Ateneo sta per inserire allo scopo di rispondere alle esigenze degli studenti che hanno scelto di iscriversi all'Università senese, con un occhio particolare ai fuori sede.

Soddisfatto del risultato anche Mario Marzucchi, presidente di Microcredito di Solidarietà. La concessione di prestiti agevolati agli studenti finalizzati al pagamento delle tasse universitarie rientra nel sostegno del diritto allo studio, e cioe' uno dei campi di azione di Microcredito. Contrastare la povertà e il disagio sociale e perseguire i progetto di sviluppo della persona indipendentemente dalle condizioni economiche, infatti, si traduce per Microcredito nel garantire agli studenti meno abbienti l'accesso alla cultura.