La Banca Europea per gli Investimenti (BEI) erogherà finanziamenti per un totale di 450 milioni di euro da destinare al gruppo Autostrade per l'Italia. I fondi comunitari saranno così suddivisi: 250 milioni per potenziare il tratto appenninico della A1, Firenze Nord-Barberino del Mugello, mentre 200 milioni saranno destinati alla messa in sicurezza dell'intera rete.

Le operazioni rientrano nel pacchetto delle politiche di finanziamento delle infrastrutture, pensato dalla Commissione UE e concretizzate dalla Banca Europea per gli Investimenti.

Il tratto dell'A1, Firenze Nord-Barberino del Mugello, in particolare, sarà interessato da un progetto di riqualificazione e vedrà presto aggiungersi una terza corsia di scorrimento. Il problema ha un'importanza strategica: l'A1 è, infatti, la più importante autostrada della Penisola, che appartiene al Corridoio I dei TENs T (acronimo Transeuropean Transport Network), vale a dire le infrastrutture stradali sovranazionali, che interessano l'intera Europa.

Gli altri 200 milioni erogati dalla BEI saranno, invece, destinati ad interventi di piccole e medie dimensioni per mettere in sicurezza 16 diverse tratte autostradali gestite da Autostrade per l'Italia. Nello specifico, le operazioni riguarderanno l'ammodernamento delle gallerie, la diminuzione dell'inquinamento acustico e l'installazione di impianti fotovoltaici.