La misura "Credito Adesso", finalizzata alla concessione di finanziamenti e prestiti nella Regione Lombardia alle piccole e medie imprese, è stata ulteriormente rafforzata attraverso delle opportune modifiche.

A darne notizia in data odierna è stata l'Amministrazione regionale dopo che la Giunta ha approvato le modifiche su proposta che è stata formulata da Mario Melazzini, l'assessore alle Attività produttive, alla Ricerca ed all'Innovazione, in piena intesa con Alberto Cavalli, l'assessore al Commercio, al Turismo ed al Terziario della Regione Lombardia.

In sintesi, le modifiche approvate dalla Giunta regionale riguardano l'ampliamento della platea dei potenziali beneficiari, un abbattimento degli oneri di accesso al credito, meno burocrazia ai fini della presentazione delle domande e della loro accettazione, e la possibilità di richiedere finanziamenti per un controvalore più elevato.

In accordo con quanto riportato dal sito Internet della Regione Lombardia, i minori oneri sui prestiti alle Pmi saranno possibili attraverso l'aumento del contributo in conto interessi offerto, che si attesterà all'1,25% rispetto all'attuale tasso dell'1%.

Inoltre la misura Credito Adesso sarà ora accessibile, nel rispetto dei requisiti previsti, anche da parte delle imprese che operano nei settori del turismo, dei servizi per edifici e paesaggio, e delle lavanderie industriali. Confermato l'accesso come sinora avvenuto per le imprese di costruzioni, servizi alle pmi, manifatturiero e commercio all'ingrosso.