Al ritorno dalle ferie molte famiglie italiane dovranno un attimo farsi quattro conti per trovare i soldi necessari per mandare a scuola i propri figli. Non sempre si dispone però di tutta liquidità necessaria per pagare le tasse, i libri e tutte le altre spese. Come fare allora? Ebbene, al riguardo sempre più banche prima dell'inizio del nuovo anno scolastico stanziano un plafond finalizzato alla concessione di prestiti agevolati per studenti.

E' il caso della Popolare di Vicenza che ha annunciato "Operazione Studenti 2013-2014", iniziativa valida fino al 31 dicembre del 2013 che permette ai clienti dell'Istituto, vecchie e nuovi che hanno un conto corrente ed effettuano la domiciliazione e l'accredito di utenze e stipendio, di finanziare senza costi spese fino ad un massimo di duemila euro per acquistare il materiale didattico, per le quote di iscrizione scolastica e per l'abbonamento ai mezzi pubblici.

Inoltre, in accordo con quanto reso noto dalla Banca Popolare di Vicenza con un comunicato ufficiale, l'edizione 2013-2014 "Operazione Studenti" apre anche al mondo universitario e post universitario. Questo attraverso degli accordi con gli Atenei per finanziare le spese relative a tasse ed a rette fino ad un massimo di 16 mila euro a fronte di agevolazioni speciali.

Ci sono inoltre in corso di definizione degli accordi tra la Banca Popolare di Vicenza e le aziende del trasporto pubblico per poter tra l'altro sottoscrivere direttamente in filiale, a condizioni agevolate, l'abbonamento ai mezzi plurimensile oppure annuale.