Un manager alle imprese per uscire dall'impasse attuale. Per le imprese italiane la stretta ai prestiti e le altre conseguenze della recessione sono ostacoli quotidiani alla ripresa dalla crisi. Una forma di aiuto alternativa arriva dalla Regione Piemonte, che ha deciso di inserire circa 150 imprese della Regione in un inedito progetto di rilancio.

La regione governata da Roberto Cota ha infatti stanziato per la misura 4,5 milioni di euro. Una cifra che sarà utilizzata per garantire alle aziende interessate la consulenza per la stesura di piani industriali, di sviluppo e di rilancio.

La manovra prevede infatti il ricorso a manager e consulenti che aiutino le aziende a progettare un'uscita dalla situazione di crisi. Quelli che verranno stanziati tra il 2013 e il 2014 sono infatti contributi a fondo perduto che permetteranno di ricorrere a professionalità esterne. Si tratterà di figure che sono state selezionate da un comitato scientifico nella rosa di professionisti che, dopo aver risposto ad un avviso pubblico vengono inseriti nell'elenco dei consulenti.

Il progetto coinvolgerà quasi 150 imprese, delle quali quasi la metà sono stanziate a Torino. I settori di riferimento delle imprese sono ICT, tessile e meccanico. Un aiuto tramite consulenze che si allontana dalle tradizionali forme di finanziamento. ''E' un progetto innovativo e coraggioso. Il Piemonte è la prima regione a mettere in atto un intervento come questo'', così il governatore Roberto Cota e l'assessore Claudia Porchietto hanno commentato la misura messa in atto.