E' stato appena diramato un nuovo bando per l'assegnazione di finanziamenti a fondo perduto nella Regione Lazio. I soggetti beneficiari del prestito sono tutte le imprese con un fatturato fino a 10 milioni di euro (e max 50 dipendenti), già costituite da almeno 6 mesi, con sede operativa nei confini laziali con esclusione dei seguenti settori:

  • Commercio all'ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli
  • Trasporto e magazzinaggio e attività dei servizi di alloggio e di ristorazione
  • Attività finanziarie e assicurative, Attività immobiliari, di Noleggio, agenzie di viaggio.

Per essere finanziabili le iniziative agevolabili devono riguardare:

  1. innovazione di prodotto: introduzione sul mercato di un bene o di un servizio totalmente nuovo o significativamente migliorato;
  2. innovazione di processo, ossia l'esecuzione di un nuovo o significativamente migliorato metodo di produzione e/o di consegna;
  3. innovazione organizzativa: introduzione di nuovi metodi organizzativi nelle pratiche di affari dell'impresa;
  4. innovazione di marketing: cambiamenti nel design e packaging del prodotto e nella sua promozione;
  5. investimenti materiali: acquisizione di impianti, macchinari e strumentazioni innovativi;
  6. investimenti immateriali: acquisizione di brevetti, software, licenze, etc.

Le spese ammissibili sono differenti sulla base della tipologia di progetto e in particolare:
1. per progetti alle voci a, b, c, d:

  • costi per l'acquisizione di brevetti e/o licenze;
  • costi delle competenze tecniche e di servizi di consulenze specialistiche o equivalenti;
  • costi per l'acquisto di materie prime, semilavorati, prodotti finiti e materiale di consumo, funzionali al progetto, o per la realizzazione di prototipi e modelli;
  • investimenti materiali in macchinari e attrezzature utili alla realizzazione del programma;
  • spese di personale dipendente o assunto con forme contrattuali equivalenti, entro il limite del 50% dell'importo complessivo del progetto;
  • spese generali, nel limite massimo del 10% dell'investimento ammesso.
2. per i progetti alla voce e: costi per l'acquisizione degli investimenti materiali;
3. per i progetti alla voce f: costi per l'acquisizione degli investimenti immateriali.

Il contributo fino a 70.000 euro è a fondo perduto e varia per ogni singola tipologia di progetto a seconda della media ponderata della base imponibile IRAP dell'azienda.
Nel dettaglio:

  • pari al 70% dell'investimento ammesso relativamente ai progetti di Innovazione di prodotto, di processo, organizzativa di marketing e investimenti immateriali;
  • pari al 50% dell'investimento ammesso relativamente agli investimenti materiali.