Non è affatto difficile rimanere intrappolati tra debiti di vario genere, generati dalla sottoscrizione di mutui, prestiti e altro; può capitare di trovarci a dover pagare per un qualsiasi imprevisto e accorgersi di non riuscire più a far fronte a quelli che erano i nostri impegni mensili.

Arriviamo al punto di aspettare tristemente l'Ufficiale giudiziario? Direi di no. Ci sono ancora molti sistemi fattibili, generalmente si prosegue gradualmente: il primo passo da affrontare è quello di parlare con il nostro ente creditizio e conciliare per una proroga; la seconda operazione da compiere, è quel che si definisce unire i debiti in un'unica rata, azione che viene chiamata "prestito di consolidamento": tutti i debiti che deteniamo con i diversi istituti di credito o finanziarie, vengono estinti e uniti in un unico prestito, amministrato da un solo ente creditizio (finanziaria o banca).

Nel caso in cui i nostri debiti siano troppo elevati per questa risoluzione e i nostri beni non fossero sufficienti a pagare i debiti accordati, si potrà applicare un nuovo criterio nato da un disegno di legge da poco varato da Senato e Camera: il proprio fallimento. In questo caso, ogni nostro debito verrà bloccato e l'incartamento andrà in tribunale, dove avverrà una negoziazione ponderata tra i nostri creditori e noi, per il rimborso dei debiti. L'originalità di questa operazione, è che i nostri debiti saranno interrotti fino alla deliberazione del tribunale.

Vediamo alcuni consigli pratici per riuscire a risparmiare un po' di soldi: smettiamo di accollarci nuovi debiti; non acquistiamo più cose che non ci possiamo permettere; scriviamo tutte le spese quotidiane e mensili; beviamoci il caffè a casa e non al bar; usiamo lavastoviglie e lavatrici la sera e nel weekend; non adoperiamo la carta di credito; se abbiamo un fido blocchiamolo; spendiamo in cose basilari e dove troviamo gli sconti; finiamola di andare a mangiare fuori; mettiamoci da parte un po' di soldi aprendoci un conto di deposito per un fondo di emergenza; stabiliamo una somma mensile per pagare i debiti; troviamoci un impiego part time; liquidiamo tutto quello che non è utile.

Sfidiamo noi stessi per spendere moderatamente e finalmente conquistiamoci l'orgoglio di avere la padronanza sul nostro patrimonio. Vivere senza debiti non è impossibile.