Il prestito personale è una forma di finanziamento che può essere utilizzata per le più diverse esigenze di spesa o finalità: acquisto auto o moto, ristrutturazione casa, arredamento, elettrodomestici, viaggi, o anche acquisto box.

Ottenere un prestito bancario di questi tempi è duro ma, in alcuni casi, ricorrere ad un prestito è di vitale importanza e vale la pena non scoraggiarsi, in genere la sua concessione non è subordinata alla presentazione di garanzie reali. Tuttavia può accadere che, allo scopo di limitare il rischio di insolvenza, l'Istituto finanziatore sottoponga la cambializzazione di una parte o dell'intero ammontare erogato oppure richieda la firma di un terzo fideiussore, che si faccia da garante del buon esito dell'operazione. quando si fa la richiesta di un prestito, bisogna prestare particolare attenzione a due sigle:

1. Tan: è il Tasso Nominale Annuo ovvero l'interesse puro applicato al finanziamento

2. Taeg: sta invece per Tasso Annuo Effettivo Globale, e indica il costo complessivo del prestito, comprensivo non solo degli interessi ma anche di tutte le altre voci accessorie obbligatorie, come ad esempio commissioni e polizze assicurative.

Il mancato puntuale pagamento anche di una sola rata autorizza l'Istituto finanziatore a risolvere unilateralmente il contratto, nonché prevede il rischio di ulteriori spiacevoli conseguenze, come la possibilità che il proprio nominativo venga inserito nella lista dei cattivi pagatori e che gli interessi dovuti vengano maggiorati, a causa della mora. E' sempre possibile estinguere il prestito anticipatamente rispetto al termine concordato. Al cliente che sceglie di esercitare questa opzione verrà richiesto di rimborsare il capitale residuo ancora dovuto, maggiorato di una penale che, per legge, non può essere superiore all'1% dell'importo finanziato.

Insomma, per trovare il prestito personale più adatto alle proprie esigenze può essere vantaggioso confrontare le diverse proposte on line sui portali di comparazione specializzati.