Una volta ci si recava allo sportello, si presentavano le proprie garanzie e, qualora fosse tutto a posto, la banca elargiva la somma richiesta, dietro lauto interesse. Oggi, le banche non dispongono più della stessa liquidità e internet può dare una grossa mano all'aspirante contraente. Nascono così i portali di comparazione specializzati e Supermoney è il primo portale web in Italia di confronto multi-comparto che permette di confrontare e richiedere preventivi on line.

Come per la scelta della tariffa telefonica o della banca con cui aprire un conto corrente, la prima cosa da fare è confrontare le varie offerte. Il primo aspetto su ci si deve soffermare è la coppia TAN e TAEG. La prima è il Tasso Nominale Annuo ovvero l'interesse puro applicato al finanziamento; la seconda sta invece per Tasso Annuo Effettivo Globale, e indica il costo complessivo del prestito, comprensivo non solo degli interessi ma anche di tutte le altre voci accessorie obbligatorie, come ad esempio commissioni e polizze assicurative.

Inoltre, la convenienza di un finanziamento potrebbe anche derivare da altre condizioni favorevoli al contraente, come, ad esempio, l'erogazione anche in caso di disguidi bancari, la possibilità di saltare una o più rate, o di modificare l'importo di ciascuna e la durata complessiva del prestito.

Insomma, tutti gli elementi di comparazione possono essere utili per offrire al consumatore una panoramica completa e per non mostrare ingenuità davanti al direttore, magari immolando la scena tra Benigni e il direttore Diotaiuti in "Tu mi turbi".