Per consolidamento debiti si intende un prodotto finanziario, un prestito, che permette di consolidare i debiti precedenti assunti con finanziamenti o mutui.

L'ordinamento italiano prevede che il prestito strutturato copra importi fino ad un massimo di 30 mila euro ed un ammortamento massimo di 120 mesi.

Quando si hanno molte rate da pagare frutto di più finanziamenti e il totale da sborsare mensilmente è troppo elevato rispetto alle proprie finanze, il consumatore può decidere di ridisegnare la propria condizione debitoria. Il fine è quello di riunire in un'unica rata i diversi prestiti, richiedendo un prestito per consolidamento debiti, per pagare una sola rata mensile di importo minore, rispetto alla somma di tutte le rate, da pagare e da gestire.

L'ammortamento risulterà più lungo ma le uscite mensili saranno meno gravose; attraverso questa tipologia di prestito che differisce dai prestiti personali o da quelli finalizzati per credito al consumo, vengono estinti tutti i precedenti contratti di prestito. Per ottenere questo tipo di prestito solitamente si fa ricorso ad un ente finanziario che una volta accettata la richiesta procederà all'estinzione dei debiti da parte del contraente. L'importo richiesto viene quindi ricontrattato portando a rate più leggere. L'obiettivo principale del consolidamento debiti è quello di permettere il rientro in condizioni maggiormente agevoli e fare in modo che il cliente abbia solo un creditore.

A chi viene concesso? Vi sono alcuni fattori determinanti al fine della concessione o meno del prestito, tre possono essere ritenuti i principali:

· Le politiche di rischio dell'istituto, ogni istituto applica, per valutare le richieste che pervengono, i propri criteri basandosi sui dati statistici che possiede, al fine di evitare il più possibile le situazioni di insolvenza

· Il livello di reddito del richiedente, ovviamente tanto più alto sarà il reddito e tanto più basso sarà il rapporto tra lo stipendio e la rata mensile da rendere, tanto più sarà facile ottenere il prestito

. La storia creditizia/affidabilità del richiedente nel caso non siano presenti segnalazioni ai Crif è più facile ottenere il prestito richiesto. Gli istituti di credito, infatti, stimano per ogni richiesta i livelli di rischio connessi, basandosi proprio sui rapporti forniti dalle Centrali rischi.