Una buona notizia per le banche spagnole e per il sistema economico europeo generale: l'indebitamento netto delle banche spagnole nei confronti della Bce è diminuito nel mesi di settembre a 378,2 miliardi,circa 10,5 miliardi in meno rispetto ai 388,7 miliardi dello scorso agosto.

A comunicare questi dati è stata la Banca di Spagna:questo è il primissimo calo rispetto a 12 mesi fa, quando i prestiti richiesti dalle banche spagnole erano pari a circa 69,3 miliardi.

Poi la situazione è drasticamente peggiorata e da gennaio di quest'anno il dato ha raggiunto nuovi massimi storici su base mensile. Il sistema bancario della Spagna non è da oggi che si trova in difficoltà, a causa dello scoppio della "bolla" immobiliare e della sfiducia internazionale nei confronti degli istituti di credito spagnoli che ha causato a un congelamento dei canali interbancari.