Se avete intenzione di aprire una piccola attività, un franchising, o di mettervi in proprio, potete richiedere il prestito d'onore, uno strumento creato per offrire agevolazioni per l'investimento in attività imprenditoriali. Ogni anno, infatti, la Comunità Europea e lo Stato mettono a disposizione dei fondi e dei finanziamenti per lo sviluppo economico e per la creazione di nuove imprese.

Il prestito d'onore si rivolge soprattutto ai giovani che desiderano intraprendere un'attività e prevede un contributo per il 50% a fondo perduto e un finanziamento a tasso agevolato per il restante 50%, con numerosi sgravi fiscali e apposite leggi che permettono di avviare l'impresa in tutta serenità. Nello specifico sono previsti finanziamenti per tre principali categorie: microimprese, franchising e lavoro autonomo.

Per il primo settore sono previsti investimenti fino ad un massimo di 130.000 euro. Per accedervi è necessario formare una società, di cui almeno la metà dei soci sia maggiorenne, non abbia altri impieghi e risieda in Italia. Requisito indispensabile anche per il settore del franchising, per il quale è possibile richiedere fino a un massimo di 100.000 euro. Infine per il terzo settore i requisiti per il richiedente sono identici agli altri, ma la somma erogabile si aggira intorno ai 25.000 euro.

Per avere accesso al credito occorre compilare un apposito modulo di richiesta, reperibile sul sito di Invitalia, e spedirlo tramite raccomandata A/R. Dopo 60 giorni dalla data di ricezione della domanda, sarà possibile ottenere il finanziamento. Va inoltre ricordato che i candidati sono tenuti a partecipare ai seminari informativi coordinati dalle società regionali di Invitalia.