Rallenta l'erogazione dei prestiti alle imprese anche a giugno. Bankitalia ha diffuso i nuovi dati sui finanziamenti al settore privato, rivelando un calo dal +0,7% di maggio al +0,2% del mese successivo.

Non pesa soltanto la contrazione del credito verso famiglie e aziende, bensì anche la gestione dei finanziamenti già ottenuti. Secondo l'Istituto di via Nazionale, infatti, il tasso di crescita annuo delle sofferenze è salito al 15,8 dal 15,3% di maggio.

Scendono tuttavia i tassi di interesse. In particolare, i tassi sui nuovi mutui casa si sono attestati al 4,18% (dal 4,33 di maggio), mentre quelli sulle nuove erogazioni di credito al consumo sono scesi al 9,81% (dal 9,98% a maggio).