Approvato oggi a Firenze il protocollo d'intesa tra Findomestic Banca, Adiconsum, Adoc e Federconsumatori sulla conciliazione paritetica delle controversie durante i finanziamenti.

L'iniziativa nasce dall'impegno di Findomestic per promuovere la cultura del credito sostenibile e responsabile, e prevenire i fenomeni di sovra-indebitamento. Qualora si presentino difficoltà nel rimborso di un prestito, dal primo luglio è possibile avvalersi gratuitamente degli strumenti di consulenza utili per raggiungere un accordo ed evitare il tribunale.

La procedura funzionerà così: se dopo un reclamo del cliente, Findomestic non dovesse fornire una risposta soddisfacente, il titolare del finanziamento potrà richiedere l'intervento della Commissione di conciliazione paritetica. Questa sarà composta da un rappresentante di Findomestic Banca e da un rappresentante dell'associazione designata dal cliente, per garantire la parità tra le parti.

Il protocollo d'intesa prevede anche la possibilità di modificare gli accordi e la procedura di conciliazione se, dopo le prime esperienze, saranno necessarie migliorie o correttivi. Maggiori dettagli saranno comunicati per tempo attraverso i siti internet di Findomestic Banca, Adoc, Federconsumatori e Adiconsum. Tutte le altre associazioni di categoria interessate all'accordo possono aderire già dal primo luglio.