Si chiama Ecologico il prestito che Banca Intesa Sanpaolo ha pensato per incentivare la domanda di energia pulita. Il finanziamento , infatti, segue i dettami suggeriti dal Piano Energetico Nazionale per incentivare la domanda di energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili. Si tratta di una vasta linea di eco-crediti rivolti a chi vuole favorire l'utilizzo di energia verde.

Il finanziamento si rivolge, infatti, a chi vuole installare un impianto solare termico o fotovoltaico nella propria casa, eseguire lavori di coibentazione (isolamento di pareti, pavimenti, finestre ed altre coperture) per risparmiare energia elettrica, installare caldaie ad alta efficienza energetica, acquistare elettrodomestici a risparmio energetico oppure un'auto o un ciclomotore ecologici.

L'importo erogabile varia ovviamente in base al preventivo di spesa e può andare da un minimo di 2.500 euro fino ad un massimo di 100.000 euro. Quanto alla durata, il prestito potrà essere rimborsato in 15 anni nel caso di finanziamenti di impianti fotovoltaici. Mentre per tutte le altre esigenze di spesa la durata massima del credito è di 8 anni. Inoltre il prestito Ecologico di Intesa Sanpaolo non prevede costi di istruttoria, né di incasso rata.

Una soluzione conveniente per chi crede nell'energia rinnovabile e che può giovare anche dei benefici messi a disposizione dal Fondo Energetico Nazionale per chi incrementa l'uso di energia elettrica da fonti rinnovabili. Tra questi la detrazione fiscale del 55% in caso di riqualificazione energetica e gli incentivi riconosciuti dal GSE per coloro che installano pannelli fotovoltaici.