Mentre in questi giorni si decideranno le sorti degli incentivi al fotovoltaico stabilite del nuovo Conto Energia che giovedì è al test delle Regioni, una buona notizia per il settore arriva da fronte dei finanziamenti per gli impianti fotovoltaici. La novità arriva da Banca Etica e Legambiente Veneto che sono giunte a un accordo che mira a favorire l'installazione di impianti fotovoltaici e solari termici su abitazioni private. L'intesa prevede l'erogazione di prestiti agevolati per le persone fisiche socie di Legambiente che risiedono in Veneto che vogliono installare impianti fotovoltaici e solari termici nelle loro case.

Alessandro Celoni, Responsabile operativo di Banca Etica nel Nord Est, nel commentare l'accordo ha affermato: "I finanziamenti offerti da Banca Etica per l'acquisto di impianti solari sono già di per se significativamente convenienti rispetto al mercato. Con questa convenzione offriamo ai soci di Legambiente in Veneto tassi ancora più vantaggiosi, con una riduzione pari allo 0,10% e un abbattimento del tasso minimo (c.d. Floor) pari a 0,5 punti. Celoni ha poi aggiunto: "Ci auguriamo che quest'accordo, accanto a quello gemello siglato in Liguria, possa fare da apri-pista per intese analoghe in altre Regioni".

L'iniziativa di Banca Etica e Legambiente, inoltre, appare di particolare rilievo se si considera il fatto che viene alla luce in un periodo particolarmente "burrascoso" per il settore del fotovoltaico che attende di conoscere ancora l'assetto finale del nuovo Conto Energia che dovrebbe tagliare in modo sostanziale gli incentivi proprio al settore dell'energia solare. "Il messaggio che vogliamo inviare - ha detto Celoni - è che anche se si riducono gli incentivi con un buon finanziamento il fotovoltaico e il solare termico si pagano da sé, oltre a contribuire alla salvaguardia del nostro ambiente".

Davide Sabbadin, Responsabile Energia di Legambiente Veneto ha affermato: "Con questa convenzione vogliamo dare al tempo stesso un segnale forte e uno strumento concreto a tutte le famiglie che temono che ora, con il nuovo conto energia, non sia più opportuno investire nel solare fotovoltaico, magari abbinandoci anche quello termico: con questo prodotto finanziario è ancora possibile, se si è soci di Legambiente e di Banca Etica, installare un impianto solare domestico senza anticipo di capitale proprio e avendo l'investimento e il relativo impegno finanziario sostenuto complessivamente dagli incentivi: bollette dimezzate dal primo anno".

Chi fosse interessato a questa forma di prestito può trovare informazioni presso gli sportelli di Banca Etica sul territorio e contattando lo "sportello energia" di Legambiente.