In tempi di crisi come quello attuale, i finanziamenti a fondo perduto, rappresentano un'importante opportunità per non abbandonare i propri progetti imprenditoriali. Su tratta infatti di un tipo particolare di prestiti rivolti a determinate categorie di persone (donne, giovani, disoccupati, cassintegrati…) che faticano a ottenere dei prestiti "tradizionali" per finanziare l'attività che vogliono intraprendere.

I finanziamenti a fondo perduto sono prestiti erogati da enti pubblici (Ue, Province, Regioni, ecc.) in seguito alla pubblicazione di un bando di gara destinato a favorire le categorie di persone più "svantaggiate". La caratteristica peculiare di questa modalità di finanziamento è il fatto che non devono essere restituiti all'ente che li eroga ("a fondo perduto", appunto), per cui sono una vera e propria forma di investimento per l'economia.

Generalmente i beneficiari di questo tipo di finanziamenti sono imprese e attività che appartengono ad un'area sottosviluppata e hanno come obiettivo la nascita di nuove attività imprenditoriali, il sostegno all'assunzione di particolari categorie di lavoratori o il potenziamento delle aziende già avviate in un determinato settore (agricoltura, imprese artigiane, settore turistico ecc.).

Per ottenere i finanziamenti a fondo perduto è necessario partecipare ai bandi che stabiliscono i requisiti necessari per l'erogazione degli stessi. Esistono diversi tipi di bandi: ci sono quelli a scadenza, quelli sempre aperti, quelli per settore, per area geografica o pensati ad hoc per lo sviluppo di un determinato comparto.

Per ottenere il finanziamento a fondo perduto è necessario presentare un progetto specifico che contenga tutte le informazioni necessarie relative all'attività svolta o all'impresa che si vuole creare. Inoltre, necessario indicare quali sono gli investimenti che si vorrebbe finanziare con i fondi del bando a cui si fa riferimento.

Per conoscere i bandi attivi ci si può rivolgere a dei professionisti che sappiano dare tutte le informazioni sull'argomento, oppure è possibile consultare il web sui siti internet dei vari enti pubblici e cercare i bandi disponibili.