I dati sui prestiti alle famiglie diffusi dalle ultime indagini mettono in evidenza un crescente atteggiamento di prudenza da parte degli italiani, che manifestano sempre meno l'intenzione di richiedere un finanziamento. Alla base di questa tendenza ci sono due fattori principali: la paura di non riuscire a pagare le rate e le condizioni spesso restrittive imposte dalle banche. Davanti a questa crescente difficoltà a ottener un finanziamento, non sorprende il fatto che nell'ultimo periodo molti italiani abbiano optato per il prestito come cessione del quinto, una soluzione allo stesso tempo sicura e conveniente.

Questa particolare modalità di prestito personale prevede che il rimborso avvenga attraverso l'addebito delle rate direttamente sulla busta paga o sulla pensione. Chi richiede un prestito come cessione del quinto si vedrà trattenere direttamente la rata mensile dallo stipendio o dalla pensione, per un importo massimo che corrisponde a 1/5 del totale della busta paga netta. Per questo motivo il richiedente deve essere un dipendente pubblico o privato con un contratto a tempo indeterminato, oppure un pensionato.

Questa sua caratteristica di "decurtamento" diretto dalla busta paga, rende la cessione del quinto un prestito più sicuro, sia per il debitore che per l'istituto di credito stesso. Per il richiedente, perché la rata e il tasso rimangono fissi per tutta la durata del finanziamento, per cui la paura di non riuscire a pagare si riduce notevolmente. Per la banca, invece, perché la modalità di rimborso come trattenuta dalla busta paga rappresenta già di per sé una garanzia che limita il rischio di insolvenza. Per questo motivo, l'istituto generalmente preferisce concedere un prestito come cessione del quinto rispetto a un prestito personale tradizionale. Banca e cliente sono inoltre tutelati da un'assicurazione a protezione del credito che copre il rischio vita e il rischio impiego, che nel caso dei prestiti con cessione del quinto è obbligatoria per legge.

Tra le numerose offerte di prestiti come cessione del quinto, il prestito IBL Rata Bassotta, dedicato a dipendenti e pensionati, con Taeg al 8,27% e TAN al 4,70%, rappresenta una delle migliori proposte sul mercato.