Oltre 7000 accessi, 605 domande e 60 milioni di euro in sole due ore. Questi sono i primi numeri arrivati dal sito della Cassa di depositi e prestiti, che lo scorso venerdì ha aperto le porte alle domande per i prestiti previsti dal Fondo di Kyoto.

A partire da mezzogiorno, orario da cui è stato possibile inoltrare la domanda tramite il sito della CDP (http://www.cassaddpp.it), la piattaforma on line ha ricevuto un vero e proprio boom di domande. Cittadini, condomini, imprese, persone giuridiche private, soggetti pubblici hanno letteralmente preso d'assalto il sito per la richiesta dei finanziamenti per la realizzazione di misure e interventi in linea con gli obiettivi di riduzione di gas serra previsti dal Protocollo di Kyoto.

Il Fondo Kyoto per l'ambiente, che attendeva di essere aperto dal 2008,verrà gestito dalla Cassa di depositi e prestiti e prevede lo stanziamento di 600 milioni di risorse. Si tratta di prestiti soggetti a un tasso agevolato dello 0,50% che dovranno essere restituiti in un tempo compreso tra i 3 e i 6 anni per i soggetti privati, mentre i soggetti pubblici avranno fino a 15 anni.

Nel commentare questi primi ottimi risultati, il ministro dell'Ambiente Corrado Clini ha manifestato grande soddisfazione: "Una risposta che conferma la grande voglia di economia verde che c'è nel nostro Paese e la validità della formula del fondo rotativo, che consentirà l'erogazione di centinaia di finanziamenti in direzione dell'efficienza energetica, delle energie pulite e della sostenibilità ambientale". Il ministro ha poi sottolineato l'importanza del ruolo della Cassa di depositi e prestiti che, grazie alla sua "capacità organizzativa, anche in questa iniziativa ha confermato i suoi livelli di eccellenza al servizio dell'innovazione e dei territori".

Giudizi positivi sono arrivati anche dal ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera che ha precisato che "il Governo si impegnerà nella definizione di una strategia energetica da inserire in un più ampio Piano che sarà approvato nei prossimi mesi". Infine, il presidente della CDP Franco Bassanini ha voluto mettere in luce come il Fondo Kyoto rappresenti "l'ottimo risultato di un lavoro di squadra, cui CDP ha partecipato con grande impegno conscia dell'importanza che riveste il settore della Green Economy come volano per la crescita".

Chi vuole presentare la domanda di finanziamenti ha tempo fino al 14 luglio 2012 per accedere al bando, disponibile sul sito della Cassa di depositi e prestiti.