La dinamica dei prestiti nell'ultimo periodo è stata caratterizzata da un doppio movimento. Per quanto riguarda la richiesta di credito si è registrata una tendenza al ribasso, mentre i tassi di interesse hanno visto un movimento al rialzo. A causa dei tassi elevati famiglie e imprese, durante il 2011, hanno cercato il più possibile di mantenere un atteggiamento prudente, per cui la domanda di prestiti è continuata a calare, facendo registrare in particolare negli ultimi mesi dell'anno, una flessione ancora più marcata.

Secondo le statistiche di Bankitalia, nel mese di novembre del 2011 la richiesta di prestiti personali da parte di privati è scesa al 3,5%, dal 4,2% di ottobre. Questo rallentamento del tasso di crescita ha riguardato non solo i prestiti alle famiglie (passati dal 4,3% di ottobre al 3,9% di novembre), ma anche quelli alle società non finanziarie (4,4% dal 5,3 di ottobre).

Nel mese di novembre la qualità del settore del credito al consumo è rimasta invariata: il tasso di crescita delle sofferenze è restato stabile rispetto al mese precedente e si è attestato al 22,1%. Per quanto riguarda i tassi di interesse dei prestiti, per quelli erogati alle società non finanziarie si è avuta una crescita che li ha visti passare dal 3,74% di ottobre al 3,86% di novembre. Anche i tassi sui mutui per l'acquisto di abitazioni che sono stati erogati nello stesso mese sono aumentati, passando dal 3,81% di ottobre al 3,98% di novembre. Solo i tassi del credito al consumo sono diminuiti, passando dal 9,31% di ottobre al 9,08% di novembre.

Per chi volesse richiedere un prestito, soprattutto in questo periodo, il consiglio è di osservare molto attentamente le offerte sul mercato per trovare il prestito più conveniente e adatto alle proprie esigenze. Consultare il servizio di comparazione di SuperMoney, che confronta numerose proposte di prestiti tradizionali e prestiti on line sul mercato, può essere in questo senso molto utile, perché permette di ottenere tutte le indicazioni utili ad una scelta consapevole.