L'Italia è in crisi e la situazione non sembra assestarsi. A risentire maggiormente sono le famiglie del Belpaese, che vedono nel prestito l'unica soluzione per risalire la china.

La situazione di sfiducia nei confronti del Paese è stata evidenziata dall'Osservatorio Findomestic di settembre: in una scala da 1 a 10, in cui 7 è la soglia positiva, il livello medio dei consumatori si è assestato a 4. Siamo davanti al dato peggiore registrato da ottobre 2007, periodo in cui è iniziata la rilevazione.

L'indagine Findomestic sottolinea che "parte delle interviste sono state condotte prima delle notizie negative della borsa", pertanto "il dato ad oggi potrebbe essere ancora più negativo". E certamente, l'aumento considerevole di richieste di prestito è sintomo di una situazione che non pare migliorare. A perdere fiducia è soprattutto il target di istruzione elevata, che fino a questo momento si era dimostrato più positivo. A livello regionale, il Nord si conferma la zona più ottimista, mentre Sud, Centro e Isole registrano valori in calo e nettamente inferiori alla media nazionale.

In prospettiva, anche nei prossimi 12 mesi, gli italiani non sembrano mostrarsi più fiduciosi sulla situazione del Paese; uno stato di negatività che si traduce in una scarsa propensione al risparmio. L'impatto di questo pessimismo dilagante sulle intenzioni d'acquisto dei consumatori per i prossimi tre mesi sarà devastante: il settore tempo libero è in caduta libera, così come la telefonia e le previsioni d'acquisto per la casa e i mobili, mentre il settore auto non registra particolari oscillazioni.

I prestiti sono una buona soluzione per aiutare il consumatore in un momento di difficoltà. Chi ha necessità di acquistare una nuova vettura, può farlo con l'aiuto di un prestito ad hoc: grazie al servizio di confronto prestiti on line di SuperMoney è possibile valutare quali sono i finanziamenti migliori per l'auto. Ipotizzando di voler richiedere 15 mila euro restituibili in 6 anni, l'offerta più vantaggiosa sarebbe la cessione del quinto Rata Bassotta di IBL Banca, dedicata ai dipendenti pubblici o statali, con rata mensile pari a 259,5 euro (taeg 7,79%); per i lavoratori di aziende private la scelta migliore sarebbe Prestito Findomestic, con rata mensile di euro 266,6 (taeg 8,78%). Altre soluzioni di prestito per l'acquisto dell'auto, o per far fronte ad altre necessità, sono Prestito Contante di Unicredit, Prestito Personale di Neos Finance, Gran Prestito Auto di Cariparma e i prestiti offerti da Agos, come Duttilio.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.