Il Ministero della Gioventù, in accordo con Abi, ha dato il via al progetto "Diritto al futuro", mirato a garantire un aiuto finanziario ai giovani concedendo loro mutui e prestiti agevolati.

Il primo settembre è partito il Fondo per gli studenti, con lo stanziamento di 25 milioni di euro, con l'obiettivo di concedere prestiti a condizioni vantaggiose agli studenti meritevoli. I finanziamenti, volti a finanziare gli studi universitari o post universitari (come master e corsi di lingua) si rivolgono a studenti tra i 18 e i 40 anni che possiedano determinati requisiti di merito (per esempio un voto di diploma superiore minimo di 75/100 o un voto di laurea pari almeno a 100/110).

I prestiti per gli studenti sono erogati in rate annuali di importo non inferiore a 3.000 euro e non superiore a 5.000, fino a un ammontare massimo di 25.000 euro. Ogni studente ha la possibilità di richiedere più di un prestito, purché la somma complessiva non superi i 25 mila euro. La restituzione del prestito deve avvenire in un periodo di tempo che va dai 3 ai 15 anni: il piano di ammortamento inizia a decorrere dal trentesimo mese di erogazione dell'ultima rata.

Per gli studenti che hanno bisogno di un prestito, ma non possiedono i requisiti necessari ad accedere al Fondo del Ministero della Gioventù, esiste la possibilità di valutare i prestiti offerti dalle banche sul mercato: con l'aiuto del servizio di confronto prestiti on line di SuperMoney è possibile avere una panoramica sulle proposte di molte banche e finanziarie. Tra i più interessanti, al momento, ci sono i prestiti di Findomestic e quelli proposti da Agos.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.