Città mia, quanto mi costi? Vivere in terra meneghina o guardare il Colosseo dal terrazzo di casa è sicuramente affascinante , ma il caro-vita non accenna rallentamenti e la popolazione è costretta a richiedere prestiti per far fronte alle necessità quotidiane. In accordo con l'ultima ricerca condotta da Mercer sul costo della vita per gli stranieri, su 214 paesi presi in considerazione, Milano e Roma figurano tra le quaranta metropoli più care al mondo, rispettivamente al 25 simo e 34simo posto, con una richiesta di prestiti in forte crescita.

In entrambe le città, rispetto al 2010, il costo della vita sarebbe sceso, tuttavia gli abitanti, stretti tra le incombenze della quotidianità, faticano ad arrivare a fine mese e le domande di prestito rappresentano una soluzione sempre più gettonata. Nessun miglioramento economico viene percepito da chi vive sotto la Madonnina o nella Città Eterna: i costi di affitto per un bilocale non ammobiliato sfiorano rispettivamente 2 mila e 1800 euro. Un salasso insopportabile con cui molte famiglie italiane devono confrontarsi mensilmente e a cui, sempre più spesso, fanno fronte con un prestito. Sicuramente, la crisi economica che sta flagellando lo Stivale dal 2008 ha mandato i prezzi alle stelle e ridotto drasticamente stipendi già bassi, rendendo impossibile effettuare acquisti di una certa entità.

In quest'ottica, sempre più famiglie decidono di richiedere un prestito per comprare macchina, mobili nuovi o ristrutturare l'abitazione; progetti importanti per i quali la richiesta di un prestito potrebbe davvero essere un valido aiuto. Il mercato propone prestiti con diverse finalità, adatti alle più svariate esigenze: per orientarsi nella scelta del prodotto giusto è possibile utilizzare SuperMoney, il portale che mette a confronto i prestiti on line offerti da numerose banche e finanziarie.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.