Gli studenti universitari meritevoli ora possono contare su un aiuto in più per arrivare alla laurea: il Consiglio dei Ministri ha infatti approvato, con il decreto Sviluppo, "la costituzione del Fondo per il Merito , come fondazione pubblico-privata in cui far affluire fondi pubblici e capitali privati per erogare prestiti di onore agli universitari che, nei casi di eccellenza, si trasformano in vere e proprie borse di studio". Lo ha reso noto il ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

La Fondazione stilerà attraverso un test nazionale una graduatoria di studenti meritevoli , che potranno sia accedere a prestiti (buoni di studio) a tassi vantaggiosi erogati dalla Fondazione, che a finanziamenti accordati dal sistema bancario e garantiti dalla medesima Fondazione.

Non si tratta in realtà della prima iniziativa mirata per il sostegno degli studenti virtuosi. Il Governo aveva già realizzato altri progetti, uno su tutti "Diamogli Credito", nato da un accordo tra l'Abi e il Ministero dell'Università e della Ricerca, che dava ai giovani che rispondessero a determinati criteri di merito l'opportunità di ottenere prestiti agevolati fino a 6 mila euro. Molte università hanno inoltre stretto accordi con gli istituti di credito per concedere agli studenti virtuosi dei prestiti d'onore: tra questi ci sono ad esempio Prestito Ad Honorem di Unicredit, il Prestito d'onore di Banca Sella o IntesaBridge di Banca Intesa. I giovani che vogliano avere accesso al credito per realizzare un sogno o un progetto, come un viaggio o un corso post laurea, possono anche contare su Creditexpress Giovani di Unicredit, un prestito da 500 a 5.000 euro con un tasso agevolato fisso del 7% e zero spese aggiuntive.

Tutti i ragazzi che non hanno i requisiti per accedere ai prestiti d'onore non devono perdersi d'animo: sul mercato esistono numerosi finanziamenti che possono adattarsi alle più diverse esigenze. Per trovare il prestito più adatto a loro i giovani possono utilizzare Supermoney, il portale che mette a confronto le offerte di diverse banche alla ricerca di quella più vantaggiosa.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.