Italiani sempre più in affanno. Per pagare le bollette, la retta scolastica o anche solo le tanto desiderate vacanze sono costretti a ricorrere sempre più spesso ai prestiti personali.

A marzo 2010 i finanziamenti bancari alle famiglie sono aumentati del 4,2% rispetto ad un anno prima spiega il rapporto L'andamento del credito nelle regioni italiane di Bankitalia incremento registrato soprattutto in Calabria, Molise e Puglia che hanno segnato un +7%.Minore richiesta di prestiti personali in Emilia Romagna, Lombardia e Veneto.

Un dato che invece accomuna le famiglie del Nord e del Sud è la difficoltà nel ripagare entro i termini previsti il prestito ottenuto. Se la quantità del credito concesso è aumentata né è diminuita la qualità: sono aumentate le sofferenze rispetto al trimestre precedente passando da un 1,3% registrato a dicembre a 1,4% di marzo. La crisi può colpire improvvisamente e sono esposti ai rischi soprattutto i contratti atipici o a tempo determinato, per evitare morosità o problemi con i pagamenti conviene affidarsi ad un prestito personale che preveda il salto rata gratuito o che permetta di ridurne l'importo a seconda delle mutate condizioni reddituali del contraente.

Quando si decide di richiedere un prestito è importante scandagliare tutte le possibili alternative e difendersi da eventuali sviluppi futuri. Un aiuto per scegliere in maniera oculata il finanziamento più adatto e conveniente è fornito dal sistema di confronto dei prestiti personali di Supermoney.

Il servizio è gratuito e semplice da usare. Nella sezione prestiti personali è possibile impostare la finalità per cui si vuole richiedere il finanziamento, l'importo, il lavoro svolto e la durata e il sistema in pochi secondi confronta le offerte di oltre 40 banche trovando le soluzioni migliori è più conveniente a seconda del profilo impostato.