Il 5 luglio un centinaio di cittadini Islandesi ha attuato una protesta contro il livello dei tassi di interesse dei prestiti personali indicizzati su monete straniere e contratti in valuta locale proposti dalla Banca Generale e dalla FSA (Autorità di supervisione finanziaria).

In sintesi i due istituti di credito hanno messo in evidenza la possibilità di imporre dei tassi fissi su tali prestiti personali piuttosto che riferirsi ai tassi dei mercati valutari esteri che sono più bassi. I cittadini sono scesi in piazza di fronte la sede della banca centrale d'Islanda per manifestare la loro insoddisfazione verso questa possibilità, che ovviamente non consentirebbe di allergerire il peso dei loro debiti.

La proposta della banca centrale e della FSA è avvenuta dopo la sentenza della Corte Suprema secondo cui tre prestiti personali (per l'acquisto di un'automobile e di beni immobili), contratti prima della bancarotta delle principali banche del Paese, non possono considerarsi leciti perchè non salvaguardano i clienti dai possibili ed eccessivi rischi causati dal mercato. Questa decisione gioverebbe i clienti che hanno stipulato uno di questi prestiti personali, perchè potrebbero veder calare le loro rate, ma manderebbe le banche in profonda crisi.

Il prestito personale è comunque un tipo di finanziamento molto in crescita nell'ultimo anno, proprio per questo sono sempre più numerose le offerte proposte dalle società del settore finanziario sui prestiti personali e sulle relative finalità di finanziamento e non è facile scegliere tra tutti quello che maggiormente rispecchia le proprie esigenze. Supermoney è il portale che guida e aiuta l'utente nella scelta del finanziamento più adatto, consentendo di confrontare i prestiti personali dei vari Istituti di credito in modo veloce e completo.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.