Consolidamento debiti

Scopri cosa pensa la community:
Leggi le opinioni
Ti siamo stati utili?
Raccomandaci su Google

Cosa prevede il prestito consolidamento debiti

Il prestito consolidamento debiti è un prodotto di credito al consumo che consente di riunire i pagamenti mensili sui prestiti in corso, predisposti sia dalla stessa banca o finanziaria che con istituti diversi, in un’unica rata mensile più leggera.

Il consolidamento debiti è uno strumento che consente al cliente di avere un’unica controparte per tutti i finanziamenti accesi (prestiti personali, prestiti finalizzati e mutui), con la possibilità di dilazionare nel tempo i pagamenti. A fronte di un minor importo della rata mensile, si allunga, però, la durata del finanziamento e di conseguenza i tempi previsti per il rimborso delle somme ricevute in prestito.

Il prestito consolidamento debiti non solo riduce il carico delle rate mensili, ma può consentire di ottenere anche liquidità extra, senza l’obbligo di fornire alcuna motivazione. Il consolidamento debiti permette, inoltre, di estinguere il ri-finanziamento in qualsiasi momento con un risparmio integrale degli interessi sul capitale ancora dovuto. 

Come ottenere un prestito consolidamento

Il prestito consolidamento debiti rappresenta un valido aiuto per chi desidera ridurre i pagamenti mensili su altri prestiti in corso, accorpandoli in un’unica soluzione e, nello stesso tempo, ottenendo della liquidità aggiuntiva.

In generale, la concessione finanziamenti per consolidamento debiti non è soggetta alla presentazione di garanzie reali (ovvero diritti di pegno o ipoteca sui beni di proprietà del richiedente). Tuttavia, per richiedere un prestito consolidamento è necessario avere un’età compresa fra 18 e 75 anni e avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato, con un’anzianità lavorativa di almeno 6 mesi per i dipendenti e di un anno per gli autonomi. Oltre ai lavoratori (dipendenti, autonomi e liberi professionisti), anche i pensionati possono richiedere questo tipo di prestito. L'altro importante requisito per accedere a un prestito consolidamento debiti è disporre di una buona posizione creditizia (assenza di protesti, pignoramenti o segnalazioni come “cattivo pagatore”).

Per tutelarsi dal rischio d’insolvenza, alcuni istituti di credito richiedono garanzie accessorie per l'erogazione di un prestito consolidamento, come la stipula di un contratto che prevede la cambializzazione delle rate oppure un'unica cambiale, in grado di garantire una parte o l'intero ammontare del prestito. La forma di garanzia più diffusa è, però, la firma di un coobbligato o di un terzo fideiussore, che si faccia garante del buon esito dell'operazione, soprattutto nel caso in cui si tratti di un finanziamento d’importo particolarmente elevato o il richiedente abbia un’anzianità lavorativa recente, o ancora abbia avuto qualche piccolo problema di pagamento con i prestiti che intende consolidare.

Leggi tutti i commenti